Siria Aeham Ahmad Montecassino

Quando lo scorso ottobre l'Abate di Montecassino, l'Arcivescovo Hilarion ben Bashir Capucci e l'Archimandrita Melchita di Roma, Rev. Mtanios Haddad si sono ritrovati insieme a pregare per la Siria sul presbiterio della Basilica Cattedrale di Montecassino, nessuno poteva immaginare che a meno di un anno un testimone di quelle sofferenze avrebbe parlato attraverso le sue note e il suono di un pianoforte nel chiostro bramantesco.

Otto mesi fa è stata una preghiera accorata e unanime ad innalzarsi dalla casa di s.Benedetto verso tutto il mondo e venerdì sera è stata la musica del pianoforte di Aeham Ahmad ad accompagnare le emozioni,