Era il 2015 quando il Maestro Marcello Bruni salì in Abbazia a presentare a S.E. Donato Ogliari, Abate di Montecassino, la sua Banda, una realtà nata in parrocchia e formata in prevalenza da giovani.

Probabilmente non sperava di ricevere subito un “sì” potremmo dire “a scatola chiusa”, senza aver neppure mai assistito ad una esibizione della Banda. Eppure, sentire che una realtà cosi giovane stava portando avanti con serietà e professionalità un progetto educativo così aggregante e artisticamente valido deve avere positivamente colpito e molto incuriosito Dom Donato Ogliari che, trascinato dall’entusiasmo del Maestro Bruni disse subito: “ Va bene, faremo un Concerto a luglio durante i festeggiamenti per San Benedetto.”

E quello fu l’inizio del rapporto di stima e di fiducia che l’Abate Donato ha nei confronti del lavoro svolto dal Maestro Marcello Bruni e dei musicisti e maestri della sua banda. Una Banda che ogni anno vede dei nuovi componenti, dei nuovi ‘elementi’ entrare a farne parte.

Il concerto di ieri, domenica 3 luglio, nel chiostro bramantesco al tramonto, ha visto la Banda eseguire davanti a centinaia di persone brani provenienti da contesti diversi, secondo una ben precisa scaletta, di cui alcuni con il Coro Annibale Messore di S.Ambrogio:

A cominciare dall’opera -con il Preludio della Traviata e il Va’ Pensiero- passando per i classici di Walt Disney come Il Re Leone, per finire con l’Ave Maria di Caccini e i Beatles e De Andrè.

A chiudere la performance, presentata da Elena Pittiglio, il Magnificat eseguito insieme al Coro polifonico Annibale Messore di S.Ambrogio. Un finale di serata emozionante soprattutto per chi ancora porta con sé il ricordo sempre vivo di Maria Grazia Messore che - fino alla sua prematura scomparsa lo scorso anno- ha diretto il Coro di S.Ambrogio.

Sì perché con il Maestro Marcello Bruni avevano pensato a questo Concerto e lo avevano immaginato insieme, ed è quindi venuto spontaneo chiudere proprio in questo modo, con i brividi e le emozioni che la Banda e il Coro hanno saputo regalare ai presenti.

La serata si è conclusa con gli omaggi all’Abate Donato da parte della Banda Don Bosco -una bellissima targa con una suggestiva foto della Banda nel chiostro bramantesco- e della Associazione Gli Amici di San Benedetto, che da qualche anno supporta l’organizzazione del Concerto a Montecassino e che per l'Abate Donato ha fatto realizzare da un orafo della Città martire, un anello personalizzato raffigurante la medaglia di San Benedetto.

Sulla pagina Facebook della Abbazia è disponibile il video della diretta streaming realizzata domenica sera e seguita dai tanti che non sono riusciti ad essere personalmente presenti.

Servizio fotografico di Roberto Mastronardi

Diretta Facebook a cura della Associazione Gli Amici di San Benedetto